Cerca nel blog

giovedì 30 marzo 2017

Michaël Uras - LE PAROLE DEGLI ALTRI

Quando mi fanno domande sui libri,
faccio una fatica matta a non rispondere.


Michaël Uras

LE PAROLE DEGLI ALTRI

In libreria dal 6 aprile 2017

L’AUTORE SARÀ A MILANO
IL 20 E 21 APRILE


Combinando la sua smisurata passione per i libri e il suo intuito nel saper leggere il cuore delle persone, Alex si è inventato un mestiere: il biblioterapeuta. Invece di medicine, Alex dispensa ai suoi pazienti precisi consigli di lettura e li accompagna nella scoperta del potere salvifico delle parole. E, grazie a quei consigli, le persone stanno meglio.

Tutto sembra andare per il meglio, finché Alex non si rende conto che, in realtà, anche nella sua vita c’è qualcosa che non va. Ma, si sa, consigliare gli altri è semplice, mentre risolvere i propri problemi può essere un’impresa impossibile. Soprattutto quando non si ha idea da quale libro cominciare…



Per tutti arriva il momento di scegliere cosa fare nella vita. Ed è arrivato anche per Alex. Lui, però, ha avuto un’idea geniale: perché non mettere a frutto la sua smisurata passione per i libri e il suo intuito nel saper leggere il cuore delle persone? Così si è inventato un mestiere: il biblioterapeuta. Invece di medicine, Alex dispensa ai suoi pazienti precisi consigli di lettura e li accompagna nella scoperta del potere salvifico delle parole: Aspettando Godot per chi ha troppo da fare, Il giovane Holden per chi ha paura di ribellarsi, l'Odissea per ritrovare il proprio posto nel mondo... E, grazie a quei consigli, le persone stanno meglio: sta meglio Yann, il ragazzo innamorato che non riesce a dichiararsi; sta meglio Anthony, il calciatore travolto dal successo, e sta meglio Robert, l'uomo d'affari che ha smarrito se stesso. Tutto sembra andare per il meglio, finché Alex non si rende conto che, in realtà, anche nella sua vita c’è qualcosa che non va. Pure lui deve riuscire a cambiare, a «guarire». Ma, si sa, consigliare gli altri è semplice, mentre risolvere i propri problemi può essere un’impresa impossibile. Soprattutto quando non si ha idea da quale libro cominciare… 


Scritto con uno stile leggero e godibile, Le parole degli altri è una favola contemporanea che scalda il cuore, risolleva lo spirito e spinge noi lettori a condividere con gli altri la nostra passione più grande: i libri. 


Michaël Uras è nato in Francia nel 1977 da padre sardo e madre francese. La sua passione per la lettura l’ha spinto a dedicarsi agli studi letterari, culminati in una laurea all’università di Besançon e successivamente in una alla Sorbona di Parigi. Attualmente insegna Lettere in una scuola superiore francese. 



«Michaël Uras ha uno straordinario talento nel coniugare profondità emotiva e umorismo.» 

Elle 



«Un romanzo vivido, gioioso e rigenerante. 

Che ricorda a tutti noi che, sì, i libri ci aiutano davvero a vivere meglio!» 

Avantages 


«Un romanzo che sprigiona vitalità da ogni pagina, 

merito di uno stile appassionante e una gran dose di sensibilità.» 

L’Est Républicain


«Sono un biblioterapeuta.» «Aggiusta i libri?»
Non avevo mai sentito un’osservazione simile ma, pensandoci bene, era divertente e originale. 
«Aggiusto le persone, coi libri.»

Barbara Poscoleri - CRASH

E' stato punnlicato Crash di Barbara Poscolieri, vincitore del concorso dedicato alla narrativa contemporanea per la collana Dunwich Life. 

Per restare in tema di gare, è stata una sfida molto intensa con più di cento opere a concorrere per il titolo.
Il romanzo di Barbara è stato quello che ci è entrato dentro, con una precisione stilistica e una carica emotiva non indifferenti. (Dunwich Edizioni)


TITOLO: Crash 

AUTORE: Barbara Poscolieri 

GENERE: Narrativa 

PAGINE: 200 

PREZZO: 3,99 ebook 12,90 cartaceo 

DATA DI USCITA: 27 marzo 2017 

LINK DI ACQUISTO ebook: https://www.amazon.it/dp/B06XSDC6ZZ




SINOSSI 
Alessandro Alari è un giovane pilota romano della scuderia Speed-Y, in corsa per il titolo mondiale del Grand Race. Durante il Circuito di Roma rimane vittima di un incidente in cui perde entrambe le gambe. Il mondo dei motori è sconvolto, così come tutte le persone vicine al pilota. Solo Alessandro crede che un ritorno alle gare sia ancora possibile, con o senza gambe. Inizia quindi un percorso di accettazione e di riabilitazione, supportato dalla fidanzata Federica, dai genitori e dagli amici, con l’obiettivo di riguadagnarsi il posto che merita nella vita e in pista. Ma nel frattempo la Speed-Y ha trovato un nuovo pilota e sembra non credere nel suo recupero. La fiducia di Alessandro vacilla e anche il rapporto con Federica ne risente. Si rifugia quindi nel suo piccolo paese d’origine, dove ritrova la serenità in una vita semplice. Ma il Grand Race invoca il suo nome e, per quanto Alessandro cerchi di ignorarne il richiamo, le corse restano parte di lui. 


Romanzo vincitore del concorso Dunwich Life dedicato alla narrativa italiana. 


L’AUTRICE 
Barbara Poscolieri nasce a Roma nel 1983. Dopo essersi laureata in Medicina e Chirurgia e aver conseguito la specializzazione in Medicina dello Sport si trasferisce a Venezia, dove attualmente vive e lavora. Quella per la professione medica è la sua seconda passione, perché al primo posto c’è da sempre la scrittura. 

Nel 2013 ha esordito con il romanzo fantasy Ombra e Magia (GDS Editrice) e negli anni successivi si è dedicata soprattutto al racconto breve, in particolare di genere fantastico. Alcuni di questi sono stati pubblicati all’interno di antologie: è presente con il racconto Turno Festivo nell’antologia 365 racconti di Natale (Delos); con Campione nell’antologia Ossessioni (Èscrivere); con i racconti di fantascienza Vero Inverno e Senza orizzonti nelle antologie Esescifi 2014 ed Esescifi 2015 (Esescifi). 

Nel 2015 vince il concorso letterario Creep Advisor con il racconto horror dal titolo Il boia di Roma, presente nell’omonima antologia. 

Altri racconti sono stati pubblicati sulla rivista aperiodica “È-Magazine” del forum di scrittura Èscrivere. 

Crash, vincitore del concorso Dunwich Life, è il suo primo romanzo mainstream.

LA SUA SIGNORA di LEO LONGANESI

Dopo oltre quarant’anni, torna in libreria il fulminante «taccuino»

di Leo Longanesi, LA SUA SIGNORA,

con la storica prefazione di Indro Montanelli

e una nuova postfazione di Pietrangelo Buttafuoco



In libreria dal 31 marzo 2017

Pagine: 234

Prezzo: 20,00
Milano, 28 marzo 2017 – Il 31 marzo torna in libreria La sua signora, il fulminante «taccuino» di Leo Longanesi, con la storica prefazione di Indro Montanelli e una nuova postfazione di Pietrangelo Buttafuoco.

Pubblicato per la prima volta nel 1957, poco dopo la morte di Leo Longanesi, e mai più pubblicato da quarantadue anni, La sua signora raccoglie tutta la profondità del suo autore negli scritti che vanno dal 1947 al 1957, e ci consegna un racconto immortale dell'Italia degli anni Cinquanta in cui conformismo, retorica, inganno e mammismo si davano la mano senza vergogna. Un ritratto amaro e disperato, in cui però risalta sempre la capacità dell’autore di «cogliere quel qualcosa che continua a vivere fino a noi, e la fulminante maestria con cui riesce a spiegare in un dettaglio un fatto di portata epocale», come sottolinea Pietrangelo Buttafuoco nella postfazione.

In questo suo taccuino, che contiene la maggior parte dei suoi aforismi più famosi, ritroviamo intuizioni, sarcasmi e frammenti di un uomo che «amava appassionatamente tutto ciò che diceva di odiare».

Dietro il velo del gioco di parole e dello scherno implacabile di queste pagine, quel che alla fine viene alla luce è la straordinaria personalità di Leo Longanesi, mirabilmente sintetizzata da Indro Montanelli nella prefazione: «Un grande maestro. Insopportabile, cattivo, ingiusto, ingrato. Ma un grande maestro. L’ultimo». Giornalista, editore, scrittore, Leo Longanesi è stata una delle personalità più poliedriche e geniali del panorama letterario italiano; eccentrico e irriverente, ha riversato per anni la sua visione del mondo in epigrammi e aforismi passati alla storia, che ancora oggi vivono sulle pagine dei nostri giornali.


Leo Longanesi (1905-1957), giornalista, scrittore, pittore, disegnatore e caricaturista, ha fondato alcuni periodici che ebbero un’importante funzione nella vita politico-culturale italiana: nel 1926 il quindicinaleL’Italiano, nel 1937 il settimanale a rotocalco Omnibus (primo nel suo genere), nel 1946 il mensile Il Libraio, nel 1950 il settimanale Il Borghese. Nel 1946 creò la casa editrice che porta ancor oggi il suo nome e presso la quale pubblicò Parliamo dell’elefante (1947), In piedi e seduti (1948), Una vita (1950), Il destino ha cambiato cavallo (1951), Un morto fra noi (1952), Ci salveranno le vecchie zie? (1953); postumi apparvero Me ne vado (1957), Il meglio di Leo Longanesi (1958), L’italiano in guerra (1965), la raccolta di articoli Fa lo stesso (1996) e Il generale Stivalone (2007). Presso altri editori sono usciti Il mondo cambia (1949),Lettera alla figlia del tipografo (1957), I borghesi stanchi (1973). Nel 2016 è uscita un’antologia di suoi scritti, Il mio Leo Longanesi, a cura di Pietrangelo Buttafuoco.

lunedì 27 marzo 2017

Lance Rubin - Birthdate (Recensione anteprima)

Lance Rubin - Birthdate


Buone notizie: Denton è sopravvissuto! In un mondo in cui tutti conoscono la data della propria morte fin dal momento della nascita, Denton è l'unico ad aver superato indenne il giorno fatidico. Non sa perché proprio a lui sia capitato questo straordinario destino, sa solo che ora tutti lo cercano. La sua famiglia, il suo migliore amico, la sua ragazza. E persino la polizia. La polizia che preferirebbe ucciderlo piuttosto che ammettere l'anomalia del sistema. E questo è decisamente un problema, soprattutto quando la morte può arrivare da un momento all'altro, senza preavviso.

Recensione:
Ringrazio De Agostini per avermi dato la possibilità di recensire il libro in anteprima. Era da un po’ che aspettavo questo libro, anzi mi ero quasi dimenticato cosa fosse successo nel primo romanzo. Infatti, all’inizio, anche se credo che l’autore voleva proprio raggiungere questo, ero molto confuso. Ero in balia degli eventi proprio come Denton,  che si è trovato catapultato in questo mondo distopico,  dopo la sua non-morte. Il ragazzo si troverà,  ancora vivo, anche se ormai doveva essere morto. Doveva essere morto perché così era stato preannunciato in quanto il governo degli Stati Uniti dispone di un programma con il quale sapere quando un individuo deve morire. Ora tutti cercano Denton,  in quanto sopravvissuto e unico in grado di far collassare il sistema ideato dal governo. 

Dicono che se lo sai è più facile, ma per noi è stato un INFERNO. Per anni!»

In questo mondo distopico ci sono due fazioni che si danno battaglia: da una parte coloro che vogliono sapere la propria data di morte e dall’altra coloro che vogliono rimanere all’oscuro per godersi meglio la vita con le incognite che ne derivano. Mi sono posto la domanda: E se io potessi sapere la mia data di morte cambierebbe qualcosa? Ovviamente si! Ma preferisco non conoscerla perché tenderei a fare tutto quello che sogno senza godermelo.  Voi cosa scegliereste? 

Ma torniamo alla recensione. Denton si troverà a scoprire tante cose che non si aspettava,  la prima delle quali che potrebbe salvare le persone che stanno per morire. Ma come sempre ci saranno degli intoppi, e il governo americano gli darà la caccia per eliminarlo. Dovrà compiere una vera e propria corsa contro il tempo. Dovrà combattere contro se stesso per decidere se agire o meno e se schierarsi dalla parte di coloro che vogliono far collassare il sistema. 
Personalmente, ci sono stati dei momenti in cui ho trovato delle parti un po’ noiose, in quanto, secondo me, sono inutili nel corso dello svolgimento della trama. Avrei preferito più informazioni “storiche” riguardo la creazione del sistema ideato dal governo, ma credo che questo avverrà nel prossimo romanzo. Devo dire che ancora non riesco ad affezionarmi a nessuno dei personaggi intensamente. 

Che ci piaccia o no la data in cui dobbiamo morire, quello è il nostro destino. Chi siamo noi per illuderci di poterlo cambiare?»

I colpi di scena non mancano e spero che il seguito arrivi presto per scoprire cosa succederà. 

Giudizio: 4 su 5

mercoledì 22 marzo 2017

Novità su Lance Rubin



Vi ricordate di Lance Rubin? Ci ha tenuti letteralmente attaccati alle pagine del suo primo libro: Deathdate.
Martedì 28 marzo, ad arricchire questo mese di grandissime novità, si aggiungerà anche Birthdate, il nuovo, emozionante e inaspettato romanzo della saga targata DeA.
"Denton Little non è ancora morto! In un mondo in cui tutti conoscono la data della propria morte fin dalla nascita, Denton è l’unico ad aver superato indenne il giorno fatidico. Non sa perché proprio a lui sia capitato questo straordinario destino, sa solo che ora tutti lo cercano. La sua famiglia, il suo migliore amico Paolo, e Veronica, la ragazza che ha baciato poco prima di darsi alla fuga e che non riesce a togliersi dalla testa. Persino la polizia lo sta cercando..."
Tra fughe rocambolesche e amori impossibili questo romanzo vi toglierà il fiato!
E voi, non ve lo lascerete sfuggire vero?

Michele Sbriscia - Araba Fenice

Michele Sbriscia - Araba Fenice

LINK PER L'ACQUISTO: http://amzn.to/1gyug14


Sinossi:

Un’incredibile avventura porterà Andrea a vivere il suo sogno, ma continui balzi spazio-temporali lo tramuteranno in terrificanti incubi. Presenze malefiche cercheranno di strappare il protagonista alla realtà, rivelando orrori consumati nel corso dei secoli. La recente storia d’amore con Kari e il suo nuovo lavoro verranno messi alla dura prova anche dall’arrivo di uno spietato killer giunto dall’Africa per rintracciare un antico tesoro berbero. Segui la piuma della Fenice e tutti gli enigmi saranno svelati da un foglietto bruciacchiato recante antiche iscrizioni, scritto col sangue dal famoso alchimista Cagliostro.

martedì 21 marzo 2017

ultime uscite marzo

Titolo: Verità sussurrate
Autore: Sonia Picci
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Thriller romance
Data di uscita: 22 marzo 2017
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited
Prezzo: 2,99 € (in offerta a 0,99 i primi due giorni)


Sinossi:
Orlando, Stati Uniti. Dopo anni di prigionia, una ragazza si risveglia in una stanza che non conosce.
Non ha un nome, un'età precisa, non sa da dove viene né com'è finita lì. Quando riapre gli occhi, vicino a lei c'è uno sconosciuto. Abituata a nascondersi nell'ombra, porta i segni del dolore sulla pelle e nel cuore e ha pochi frammenti di memoria a ricordarle da quale incubo è uscita. Sa solo che non può fidarsi di nessuno, che non può dire una parola e che la gentilezza la insospettisce, perché non ha mai ricevuto niente per niente né conosce gli abbracci o l'affetto di qualcuno.
In una corsa contro il tempo deve scoprire a tutti i costi la verità prima che la trovino, cercando di non soccombere sotto il peso della colpa e della paura. Di chi può fidarsi? Chi sta mentendo? E chi è quel ragazzo che sostiene che non la lascerà mai sola?






Titolo: Love o'clock
Autore: Joy Ridle
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romance contemporaneo
Data di uscita: 29 marzo 2017
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited
Prezzo: 1,99 €


Sinossi:


Laura ha 28 anni e ha una laurea in scenografia che non è riuscita a far fruttare come avrebbe voluto e così, per poter vivere lontana dalla madre con cui ha un rapporto condito di amore e incomprensioni, è diventata vetrinista. Un giorno, mentre è impegnata nel suo lavoro, incontra un uomo con cui è subito antipatia, ma che dovrà imparare a sopportare fino a quando non sarà in debito con lui per averla salvata dagli scheletri che con tanta cura ha nascosto nell’armadio.
Abituata ad avere una vita sentimentale e lavorativa instabile e a scappare di fronte ai problemi, per Laura non è mai tempo di fermarsi accanto a qualcuno.

Ma, per quanto tu possa fuggire, l’amore arriva sempre puntuale.