Cerca nel blog

lunedì 14 dicembre 2015

Recensione: Sabaa Tahir - Il dominio del fuoco

Sabaa Tahir – Il dominio del fuoco


Di seguito vi lascio anche il booktralier,  fatto da una mia amica:


Trama:
C'è stato un tempo in cui la sua terra era ricca di arte e di cultura. Laia non può ricordarsene, eppure ha sentito spesso i racconti su come fosse la vita prima che l'Impero trasformasse il mondo in un luogo grigio e dominato dalla tirannia, dove la scrittura è proibita e in cui una parola di troppo può significare la morte. Laia lo sa fin troppo bene, perché i suoi genitori sono caduti vittima di quel regime oppressivo. Da allora, lei ha imparato a tenere segreto l’amore per i libri, a non protestare, a non lamentarsi. Ma la sua esistenza cambia quando suo fratello Darin viene arrestato con l’accusa di tradimento. Per lui, Laia è disposta a tutto, anche a chiedere aiuto ai ribelli, che le propongono un accordo molto pericoloso: libereranno Darin, se lei diventerà una spia infiltrata nell'Accademia, la scuola in cui vengono formati i guerrieri dell'Impero…
Da quattordici anni, Elias non conosce una realtà diversa da quella dell'Accademia. Quattordici anni di addestramento durissimo, durante i quali si è distinto per forza, coraggio e abilità. Elias è la promessa su cui l'Impero ripone le proprie speranze. Tuttavia, più aumenta la fiducia degli ufficiali nei suoi confronti, più lui vacilla, divorato dai dubbi. Vuole davvero diventare l'ingranaggio di un meccanismo spietato e senza scrupoli? Il giorno in cui conoscerà Laila, Elias troverà la risposta. E il suo destino sarà segnato.

Recensione:
Ultimamente mi capita di leggere delle trame stupende ma poi il libro si rivela un flop. Non è il caso del dominio del fuoco. Fin dalle prime pagine ho capito che sarebbe stato un libro che mi avrebbe fatto soffrire in senso positivo. 
All’inizio tutto comincia come se fosse un epic fantasy, ma man mano che proseguiamo nella storia, tutto cambia. Dopo poche pagine il libro inizia a essere circondato dal mistero. 
Tutto inizia con Laia che vede una Maschera entrare in casa sua. Da qui gli eventi sfuggono di mano e Laia deve liberare il fratello catturato dalla Maschera. Laia appartiene a una famiglia di dotti, ovvero delle persone sapienti che amano i libri e hanno raggiunto un alto grado di cultura.

L’imperatore dice che siamo un popolo libero che vive sotto la sua benevolenza. Ma è solo una farsa. Non possiamo avere nessuna proprietà né frequentare scuole, e perfino la più insignificante trasgressione ha come conseguenza la schiavitù.

Ma non era così tempo fa. Tempo fa esistevano creature ancora più sapienti. Gli unici ad opporsi furono i dotti. Ed è per questo che c’è una guerra..anzi una guerra che sta per scoppiare. 

La mia casa è stata assaltata e bruciata, la mia famiglia uccisa perché due ribelli hanno fatto il nome di Darin all’Impero.

Laia sarà costretta a entrare a far parte della Resistenza per convincere i ribelli ad aiutare il fratello e portarlo fuori da prigione. Ma dovrà fare i conti con la Comandante, a Rupernera,  luogo in cui vengono addestrate le Maschere, assassini terribili e senza provare il minimo di emozione. Ma non tutte le Maschere sono uguali. Chi è Elias?

«Ma tu sei quello che ricordo meglio. Perché gli Auguri sognano il futuro: tutte le conseguenze, tutte le possibilità. E tu sei intrecciato nelle trame di ogni singolo sogno. Un filo d’argento in un arazzo notturno.»

Per gli Auguri, la profezia sta per avverarsi ed Elias ne fa parte.

«Quello che vuoi non ha importanza. Domani dovrai fare una scelta. Tra disertare o fare il tuo dovere. Tra sfuggire al tuo destino o affrontarlo. Se diserti, gli Auguri non ti fermeranno. Scapperai. Lascerai l’Impero. Vivrai. Ma non troverai sollievo nel farlo. I tuoi nemici ti daranno la caccia. Le ombre fioriranno nel tuo cuore, e diventerai tutto ciò che detesti: malvagio, crudele, inesorabile. Sarai incatenato all’oscurità dentro di te come saresti incatenato alle pareti di un cella, in prigione.»
«Ma se resti, se fai il tuo dovere, avrai la possibilità di spezzare per sempre i vincoli che ti legano all’Impero. Avrai la possibilità di raggiungere una grandezza inconcepibile. Avrai la possibilità di ottenere la vera libertà: del corpo e dell’anima.»

Laia farà appello alla Izzat per poter salvare il fratello.

Izzat. È rei antico, la lingua parlata dai dotti prima che i marziali li invadessero e obbligassero tutti quanti a parlare serrano. Il termine Izzat vuol dire molte cose. Forza, onore, orgoglio. Ma, nel secolo scorso, ha assunto un significato specifico: libertà.
Questa non è una banda di ladri. È la Resistenza.

Tutti credono che i miti e le leggende non sono reali. Ma dovranno ricredersi.

«Tutte quelle sciocchezze tribali su ginn, ifrit, ghul e spettri... non sono sciocchezze, Veturius. Non sono miti. Quelle antiche creature sono reali. Stanno venendo per noi. Proteggila. È l’unica cosa che sei capace di fare.»

Fra intrighi, tradimenti, amori che devono sbocciare ognuno dei personaggi dovrà compiere delle scelte. Helene, la migliore amica di Elias, mi ha fatto penare molto e credo che lo farà anche nel prossimo libro. 

«Amarti è la cosa peggiore che mi sia mai capitata: peggiore delle frustate della Comandante, peggiore delle Prove. È una tortura.» Si passa una mano tremante tra i capelli. «Tu non sai cosa si prova. Non hai idea delle cose cui ho rinunciato per te, dell’accordo che ho fatto...»

Le prove da superare saranno cruente. Chi diventerà il nuovo imperatore?

L'autrice tiene un ritmo di suspense che piano piano si innalza arrivando poi al culmine. I personaggi sono descritti davvero bene e hanno dei bei caratterini. Inutile dire che simpatizzanti per Helene. Se potessi dare più di 5 stelle lo farei perché è un romanzo stupendo.

Giudizio: 5 su 5

2 commenti:

  1. Complimenti per la recensione e sono lieta di vedere che anche tu hai dato il punteggio pieno! *-*


    ps: sono sicura che Helene darà del filo da torcere a tutti! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Eh si Helene è divina!! Spero solo che non rimanga sotto Marcus, che odio. E se le mette le mani addosso spero che Elias lo massacri per benino.

      Elimina