Cerca nel blog

martedì 28 febbraio 2017

Daniel José Older – Shadowshaper. Ombre (Recensione)

Daniel José Older – Shadowshaper. Ombre
La scuola è appena finita a New York e Sierra Santiago, un’adolescente portoricana, si prepara a trascorrere l’estate divertendosi con i suoi amici e lavorando al murale che sta dipingendo. Ma i suoi piani saltano quando i murales di Brooklyn iniziano a trasformarsi: i colori sbiadiscono, i volti piangono e cambiano espressione. Suo nonno Lázaro poi, duramente colpito da un ictus, riacquista lucidità solo per
qualche minuto per lanciarle un avvertimento: Sierra è in pericolo, deve trovare un ragazzo di nome Robbie e insieme devono finire il suo murale al più presto. Be’, New York sarà anche una città caotica, ma è chiaro che sta accadendo qualcosa d’incomprensibile... Sempre più confusa, Sierra riesce a rintracciare il misterioso ragazzo e con il suo aiuto verrà a conoscenza di un importante segreto: lei è una plasmaombre, ovvero possiede il potere di veicolare gli spiriti degli antenati attraverso l’arte. Sfortunatamente, però, sembra che qualcuno sia sulle sue tracce, qualcuno disposto a tutto pur di sottrarle quel dono... Con l’aiuto di Robbie e dei suoi amici, Sierra dovrà imparare in fretta a manipolare l’arte magica in suo possesso, prima di perdere tutto ciò che ama. Un’avventura grandiosa. Un romanzo destinato a lasciare il segno.


Recensione:
Ringrazio Fanucci editore per avermi dato la possibilità di recensire questo romanzo. 
Devo dire che mi aspettavo qualcosa di più da questo romanzo. All’inizio ho fatto un po’ fatica a focalizzarmi sullo stile dell’autore.  
Il romanzo è incentrato su Sierra Santiago, un’adolescente che si prepara a trascorrere le vacanze disegnando un murales.  Sierra è una ragazza che deve, inoltre,  occuparsi del nonno che è entrato in coma. Tutto si complica quando la ragazza nota che i murales iniziano a muoversi e si accorge di una lacrima che scivola sul viso di una persona disegnata. Un giorno, mentre Sierra si trova nella stanza del nonno, questi si risveglia, per avvisarla che si trova in pericolo. La ragazza si dovrà rivolgere ad un ragazzo, su indicazione del nonno, per completare i murales e scoprire da cosa deve proteggersi. Entrerà così in un mondo invisibile, fatto di magia. Ripercorrendo la storia del sua famiglia, Sierra scoprirà di essere una plasmaombre. Come dice il termine, i plasmaombre, sono persone che riescono a far diventare “reali” le ombre facendogli assumere le sembianze di quello che vogliono.  
Man mano che si prosegue nella lettura, gli avvenimenti iniziano a essere molto coinvolgenti tant’è che spero di leggere presto il seguito. Il genere si avvicina anche alla horror per l’ansia che riesce a scatenare nel lettore. 
Sierra dovrà crescere in fretta, catapultata in un mondo oscuro, in cui creature d’ombra sono in grado di dilaniare le carni.

Giudizio: 4 su 5

Nessun commento:

Posta un commento