Cerca nel blog

sabato 15 luglio 2017

Domino Finn - Dead Man. Il fuorilegge della magia nera (Recensione)


Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera. Sembra abbastanza fico, vero? Lo era, fino a quando non mi sono risvegliato mezzo morto in un cassonetto.
Ho detto mezzo morto? Perché intendevo morto al 100%. Non faccio le cose a metà.
Perciò eccomi qui, ancora vivo per una qualche ragione, in un altro giorno assolato a Miami. È un paradiso perfetto, se non fosse che mi sono immischiato in qualcosa di brutto. Ricercato dalla polizia, avvolto dal fetore della magia oscura, con creature dell’Altrove che sbucano da tutte le parti... per non parlare delle gang voodoo haitiane. Credetemi, è tutto molto divertente fino a quando non hai un cane zombie alle calcagna.
Il mio nome è Cisco Suarez: negromante, incantatore di ombre, fuorilegge della magia nera… e sono totalmente fottuto.

“Era da parecchio tempo che aspettavo di leggere un libro così. Ha tutti i requisiti necessari per essere classificato come un ottimo libro fantasy. Non manca nulla: avventura, magia nera e una buona dose di vendetta.” (SOGNANDO LEGGENDO)

“Un thriller sovrannaturale, con molta azione e magia, dove niente è da dare per scontato. Una lettura piacevole e originale.” (VIAGGIATRICE PIGRA)

“Originalità, magia, un personaggio molto sexy e potente: questi gli elementi vincenti di Dead Man, un fantasy diverso da quelli a cui siamo abituati.” (VOGLIO ESSERE SOMMERSA DAI LIBRI)


Recensione


Era da un po’ di tempo che non mi capitava un romanzo così intenso. Fin dalle prime pagine ho capito che mi sarebbe rimasto dentro. Fra poco uscirà il seguito e non vedo l'ora di averlo fra le mie grinfie.
La storia inizia con un ragazzo che si ritrova in un cassonetto, cosa al quanto disgustosa xD,  con accanto un topo usato per un rituale. Il ragazzo non ricorda cosa sia successo,  ricorda come si chiama però: Cisco Suarez.  Suarez è un negromante, capace di usare le ombre a suo piacimento, ma quando torna a casa, trovando tutto cambiato fra l'altro,  capisce che qualcosa di molto grave è successo alla sua vita. Chi sono gli haitiani che cercheranno di ucciderlo subito appena uscito dal cassonetto? È perché dicono che lui è già morto e che è impossibile che sia ancora vivo?

Le persone la temono, ma non c’è niente di malvagio o demoniaco. Il potere tende a rivelare la vera natura di una persona, tutto qua. E alle persone non sempre piace la verità.

La verità che verrà a scoprire, grazie ad un'amica della sorella, lo metterà in ginocchio. Si, perché in una notte sono passati dieci anni della sua vita. Dieci anni dei quali non ricorda niente. Uno dei pezzi del puzzle della sua vita è che Cisco è risuscitato non si sa come e grazie a  quale incantesimo di così ampia portata. È proprio su questo che cercherà di far luce, non fidandosi di nessuno oltre a sé stesso. Il mondo che lui conosceva non è più lo stesso: le lotte fra le gang che usano la magia nera sono all'ordine del giorno.

Vedere gli ultimi momenti della vita di qualcuno è snervante, specialmente attraverso gli occhi. La loro lotta e la loro paura diventano parte di te. Per qualche momento, voi siete loro. Per qualche momento, siete voi a morire. Ma era il modo migliore per ottenere le risposte che tutti e due meritavamo.

Soltanto grazie ai propri poteri, Suarez, riuscirà a far luce sulla sua storia. A cercare vendetta.  Vendetta per sé,  per la sua famiglia.
Non sono riuscito a giudicarlo! Sinceramente non so se è da giudicare per quello che ha fatto, ma su una cosa sono d'accordo sicuramente: la vendetta andava cercata con le unghie.

L’Altrove è sotto di noi. Ovunque. Basta trovare un passaggio segreto. È un mondo di creature grottesche e deformi. Gli anansi sono ragni ingannatori che provengono dall’Africa o, per meglio dire, dalla parte dell’Altrove che sulle cartine corrisponde all’Africa. Sono nemici astuti capaci di cambiare forma e dimensioni.

Fra scontri e combattimenti, con l'uso della magia nera, Cisco scoprirà cose che mi hanno scioccato. L'autore è stato in grado di guidare il lettore nella lettura senza che questi possa immaginare i colpi di scena che lo aspettano dietro l'angolo.  Un romanzo ricco di suspense, magia, combattimenti, e tanti pezzi di cuore (e sicuramente molti cadaveri) lasciati in giro.

In un mondo di santi e peccatori, perché solo i peccatori avevano diritto a una seconda occasione?


Giudizio: 5 su 5 

Nessun commento:

Posta un commento