Cerca nel blog

giovedì 11 febbraio 2016

AA. VV - Un bacio in bocca (Longanesi)

AA. VV - Un bacio in bocca

Trama:
Che cos’è la passione? Un’inclinazione dell’animo che può essere controllata o un impulso senza legge? Questa antologia prova a rispondere a una domanda tanto difficile quanto importante, mettendo in campo i sentimenti più diversi – odio, amore, devozione, paura, attrazione – nella convinzione che solo la letteratura possa cogliere le sfumature più nascoste e impercettibili dell’animo umano. Ad essere coinvolti sono stati sedici scrittori italiani tra i più interessanti nel panorama attuale, autori dalla personalità diversissima che hanno raccontato la passione ciascuno con la propria sensibilità e il proprio stile.
Dosando sapientemente ironia e romanticismo, tensione drammatica ed eros (come suggerisce il titolo stesso dell’antologia, curata da Giorgio Nisini), Un bacio in bocca racconta di amori destinati a finire alle prime luci dell’alba e che invece avranno un seguito inaspettato; di amori nati da una piccola, innocente bugia; di amori che sembrano spariti, sepolti sotto la noia del quotidiano, ma che si risvegliano di colpo, in modo del tutto inatteso. E molto altro ancora… 

I sedici scrittori che compongono questa antologia, tra le voci più importanti della narrativa italiana contemporanea, sono stati ospiti di Caffeina, dieci giorni di incontri, dibattiti, rappresentazioni e musica che si svolgono ogni anno a inizio estate a Viterbo. Il festival, inaugurato nel 2007, festeggia con questo libro il suo decennale.


Recensione:
Sono sincero, all’inizio leggendo il primo racconto sono rimasto basito dal racconto. Dico basito per non dire che ho provato ribrezzo per una scena in particolare. I racconti sono 16 ed ogni autore cerca di spiegare che cos’è la passione per lui. Man mano che si prosegue nella lettura ho iniziato a notare un certo filo conduttore fra i racconti, oltre la passione: si tratta dei libri. In ogni racconto c’è o uno dei personaggi che ama leggere oppure si tratta di scrittori. Ci sono stati racconti belli, carini, altri un po’ meno, per il mio gusto personale, ma uno mi ha colpito in particolare: “Giorgio Nisini – Cose che hanno a che vedere con la luce”. Per il mio modo di essere questo racconto si avvicina di più a me. Per la purezza in cui viene narrato, per la poesia. L’unico difetto è che parla di un tradimento, ma al di là di questo, se fosse stata una storia d’amore, sarebbe stato bellissimo.  Se all’inizio ero tentato di dare 2 stelline , per il giudizio, a libro finito il mio giudizio si ferma a 3 stelline e mezza. Spiego il perché del mio giudizio: innanzitutto per quella scena che non mi è piaciuta. Inoltre io sono uno che si affeziona a molti dei personaggi dei libri che leggo, quindi non sono un amante dei racconti, ma tutto questo è un giudizio personale che si estranea dal modo di scrivere dei vari autori. Credo che il compito dato agli autori, appunto di cercare di descrivere la passione, sia stato raggiunto, perché anche io stesso non riesco a dare una definizione “fissa” di questo termine in quanto per passione si possono intendere tante cose in base all’argomento di cui si parla. Per esempio può trattarsi della passione della lettura come della passione in ambito amoroso, oppure ancora per ciò che una persona vede come la sua passione.


Giudizio: 3 e mezzo su 5

Nessun commento:

Posta un commento