Cerca nel blog

sabato 20 agosto 2016

Jennifer Sage - Dante (prima parte)

Jennifer Sage - Dante (prima parte)





Trama:
Dante è il secondo Guardiano della Luce. Un Immortale for­temente legato alla sua terra, l’Italia, dove opera per distrugge­re i Demoni. 
Dopo più di mille anni passati a combattere, trova piacere unicamente nell’arte, nelle sue amanti e, naturalmente, nell’uccidere le Ombre che si aggirano tra gli ignari Mortali. Conosce poco del vero amore; anche in vita era uno spirito libero che combatteva per chiunque gli riempisse le tasche e godeva del sesso quando poteva. Per lui non è cambiato molto da allora, a parte l’aver perso la compassione per la razza umana. Prima di incontrare lei, la sua anima antica igno­rava cosa significasse amare qualcuno più di se stessa. 
Giovanna è un’artista. Da cinque anni vive a Roma. Ha smesso di usare il suo vero nome dopo essere sfuggita alla morte e alla distruzione trovate negli antri più tenebrosi dell’anima del marito. Quando finalmente inizia a rilassarsi e ad ab­bracciare una nuova vita, nonostante gli incubi che ancora af­fliggono i suoi sogni, incontra un uomo in grado di cambiare ogni cosa. Ma fatica ad accettarlo per via della macchia che le oscura l’anima. Giovanna non desidera nient’altro che rea­lizzare la sua arte e vivere una vita tranquilla. Finché non in­contra lui. E tutto ciò che credeva di sapere di se stessa inizia a cambiare. Compresi i suoi occhi, che si stanno velando di Om­bre. 
Zaqar, un’anima perduta a cui è stata strappata ogni cosa, cerca di riemergere dalle tenebre. La ragione ha abbandona­to questa creatura celeste. Il sangue cerchia i suoi occhi, una volta limpidi, e fluisce liberamente mentre lui attua la sua vendetta. 
Il Principe era qui agli inizi e sarà qui fino alla fine dei gior­ni. Le sue motivazioni, che al principio erano pure, sono com­pletamente mutate. Lui e il suo destino hanno alterato il corso della storia e di questo mondo. 
Non sapete nulla del vostro mondo. Ma state per conoscerlo. 

ATTENZIONE: ci sono scene di comportamenti sadici nel libro che potrebbero urtare la sensibilità di chi ha subito episodi di violenza domestica. Tale violenza non è tollerata dall’autrice, ma era necessaria per caratterizzare la depravazione dell’antagonista. Il romanzo contiene sia linguaggio esplicito sia scene sessuali che lo rendono inadatto ai lettori di età inferiore ai 18 anni.


Recensione:
Ringrazio Dunwich edizioni per avermi fatto leggere e recensire subito questo terzo volume del saga e spero che presto arriverà la seconda parte.
In questo capitolo ripercorriamo la creazione di Dante e il suo percorso all’interno del gruppo dei Guardiani della Luce. L’autrice, fin dalle prime pagine, fa capire che sarà una storia molto tormentata.

C’è voluto così tanto tempo perché arrivassi, ma tu vali ogni secondo dei mille anni e più di attesa. Tu sarai l’unica in grado di riportare l’amore nella mia anima. Il mio scopo per combattere e per tornare a casa.
Perché tu non sei l’Oscurità, tu sei la Luce.
E perché tu sei Mia

Chi segue il mio blog ormai dovrebbe sapere che adoro gli angeli e, in questo libro, approfondimenti la storia dei Guardiani della Luce, i quali, dicendono dai Nephilim. Il romanzo si svolge tra Roma e Ne York. Giovanna è una donna che ama dipingere e con trascorsi molto duri. Ma Giovanna non è come tutte le donne; è una donna empatica che riesce a captare l’energia emotiva delle persone che le stanno attorno. Raramente le succede che l’energia la sconvolge come quella captata da Dante, un uomo ricco e famoso nella capitale italiana. Si dice che Dante si a un discendente di Dante Alighieri,  sarà vero? Ma oltre al corteggiamento fra Dante e Giovanna, ci sono anche degli sviluppi nella storia sugli Immortali e, in particolare, su Wolff,  il quale è riuscito a compiere un passo in più nella creazione delle creature del male.

Vuole essere l’unico Dio e liberare i Sette Inferi in questo mondo.

Ho odiato con tutto me stesso il personaggio di Maddox, l’ex di Giovanna e credo che così sarà per molti che leggeranno il romanzo. Sono rimasto molto sorpreso della storia dei Quattro e, in particolare, quella riguardante Zaqar. Inoltre non mancano delle sorprese per Lucio. La parte che più mi ha sconvolto è stato il finale. Le ultime pagine sono impregnate di adrenalina allo stato puro, batticuore e ansia. Se siete alla ricerca di avventure nuove che non prevedano soste improvvise, questo romanzo fa per voi. L’autrice mi ha, veramente, fatto provare il dolore di Zaqar. Inutile dire che non vedo l’ora di leggere la seconda parte e tuffarmi di nuovo nelle avventure di questi guerrieri misteriosi. Come sempre, il mio punto di vista negativo, riguarda la presenza di troppe scene di sesso, ma l’amore in questo romanzo in particolare assume forme ancora più belle.

Ma se lei morirà, io ritroverò la sua anima in qualunque forma dovesse rinascere, e l’amerò in tutte le vite che vivrà. Hai mai provato un amore simile?»


Inoltre,  se posso permettermi, in questo romanzo Jennifer Sage espone le vicende mettendo un pizzico di religione, cosa che ci permette di ancorare le storie dei Guardiani alla realtà odierna.  Sarebbe bello se esistessero dei guardiani contro il male. Chissà magari ci sono.



Giudizio: 4 su 5

Nessun commento:

Posta un commento