sabato 19 novembre 2016

Recensione: Joshua Khan - Shadow magic

Joshua Khan - Shadow magic


"Se cercate quel brivido che avete provato la prima volta che avete letto Harry Potter, non lasciatevi scappare Shadow Magic" - RICK RIORDAN, autore della serie bestseller Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo

Da quando i suoi genitori sono morti in circostanze misteriose, Lily Shadow è l’unica erede al trono di Geenna. Ma per una ragazzina di tredici anni, che non ha alcuna conoscenza della magia nera, governare il Regno delle Ombre è impossibile. I suoi antenati erano infatti in grado di comunicare con gli spiriti, risvegliare i morti, radunare truppe di zombie dalle tombe. Ma lei come potrà difendere il Paese, senza arti magiche e senza un esercito? L’unico modo per salvare Geenna è sposare Gabriel Solar, il rampollo della famiglia nemica, e assicurare così la pace. Gabriel però è un vero idiota e Lily non ha alcuna intenzione di arrendersi al proprio destino. Soprattutto quando scopre di avere un aiuto insperato in Thorn, un ragazzo dall’oscuro passato ma con un cuore coraggioso e la rara capacità di cavalcare pipistrelli giganti…
Epico, avventuroso e immaginifico: il primo capitolo di una straordinaria serie fantasy che vi farà divertire, trattenere il fiato e tremare fino all’ultima, appassionante pagina.

“In questo libro c’è un intero mondo di fantasia in cui perdersi: sei grandi famiglie di maghi, la principessa delle ombre più simpatica di sempre, un ragazzo di umili origini ma astuto come Robin Hood, e tutto un cast di zombie, paladini, fantasmi, boia, menestrelli, assassini… oltre a un eroico pipistrello gigante.” 
- RICK RIORDAN, autore della serie bestseller Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo.


Recensione:
Ringrazio De Agostini per avermi permesso di recensire l’ennesimo romanzo.  Ormai riesco a leggere poco rispetto a prima, ma non per questo smetto, anzi leggo anche una pagina al giorno (quando mai? Minimo 4/5 capitoli se proprio sono stanco), ma senza leggere non vivo. È come respirare. Dicevo, anche se leggo poco, quello che leggo mi emoziona. All’inizio non ero molto convinto di questo libro, ma volevo dargli una possibilità per sorprendermi. L’autore, a mio avviso, ha scelto i ruoli dei personaggi in modo impeccabile. 
All’inizio ho fatto un po’ fatica a collocare lo spazio temporale durante il quale si svolgono i fatti. Thorn mi è stato subito simpatico. È il classico personaggio che si afferma e cresce man mano che si prosegue la lettura del romanzo. Figlio di un falegname e sulle cui spalle “pesano” la responsabilità del mantenimento della famiglia, Thorn partirà alla ricerca del padre, ma…finirà prigioniero e qui incontrerà un menestrello. È così che inizia il libro, con il menestrello e Thorn che stanno per essere venduti in un mercato di schiavi. Il tutto però cambierà in pochi attimi con l’arrivo di un misterioso personaggio.
Evito di raccontarvi le vicende principali passo per passo altrimenti vi tolgo tutto il piacere di leggere il libro. Vi dico soltanto che Thorn finirà a Geenna,  il Regno delle Ombre, dove una ragazza di tredici anni, Lily Shadow, è stata posta di fronte alla responsabilità di gestire il regno alla morte dei genitori,  in circostanze misteriose. Come si può notare sia Thorn che Lily hanno il peso delle responsabilità sulle proprie spalle: uno deve occuparsi  della propria famiglia, l’altra di tutte le famiglie del suo regno. Un regno che lei non vuole governare in quanto, non si considera all’altezza. 

È tutto strano a Geenna. La “normalità” me la sono lasciata alle spalle molto tempo fa.

Ma Geenna non è un regno come tutti gli altri. È un regno di oscurità, all’interno del quale, nell’antichità, veniva praticata la necromanzia. Ormai nessuno ha questi poteri purtroppo e il Geenna si potrebbe trovare esposta agli attacchi dei regni nemici. 

Il regno nemico, di vecchia data,  è quello dei Solar, il regno della Luce. Ed è proprio con il principe di questo regno che Lily deve convolare a nozze e stringere così un trattato di pace. Ma ..come sempre ci sono i ma, da questo momento in poi preparatevi a salire sulla groppa del pipistrello gigante Ade. Ops!  Mi sono dimenticato di presentarlo. Ade è un pipistrello gigante e antico, che viene risvegliato non si sa come. Gli eventi inizieranno a susseguirsi in modo veloce proprio come se stessimo volando veloci. Tra tradimenti, zombie,  magia oscura, morte, e tanto mistero, questo libro vi terrà con la soluzione agli enigmi , molto lontana. Infatti non vedo l’ora di leggere il seguito per vedere come vanno a finire le cose e per ritrovare Lily, Thorn e Ade. 
Come in ogni libro, ci sono personaggi che adori e personaggi che ti stanno antipatici. Fa parte di quest’ultima categoria,  ovviamente, Gabriel, il principe del Regno della Luce.
I personaggi a cui mi sono affezionato sono: Thorn, Lily, Mary, Rose, Tyburn, K’leef (un po’ di meno rispetto agli altri. C’è qualcosa che mi insospettisce su di lui).
Non mi resta che chiedervi: siete pronti ad entrare nel mondo oscuro e della magia nera?

«Sono gli spiriti più neri. Quelli mai sazi.» Erano antichi spettri generati dalla rabbia e dall’odio, i più terribili abitanti del Crepuscolo. Se anche uno solo fosse passato nel mondo dei viventi, avrebbe ucciso e mangiato anime, e non ci sarebbe stato modo di fermarlo.

Giudizio: 4 su 5

Nessun commento:

Posta un commento