sabato 31 dicembre 2016

Recensione: Sergio Fanucci - Codice Scriba

Sergio Fanucci - Codice scriba



Trama:
New York. Reduce da un caso in cui ha rischiato la vita, l’avvocato Elisabeth Scorsese accetta di difendere Jonathan Brimley, fondatore di un prestigioso studio di consulenza finanziaria, in una causa contro il governo degli Stati Uniti. Ma il suo cliente muore nel carcere in cui è rinchiuso in attesa di processo: il killer è una donna che sta sfidando i sistemi di sicurezza e le polizie di mezzo mondo. Chi l’ha assoldata e perché? Quando le vittime si moltiplicano, anche il distretto del capitano Hoffman comincia a indagare ma senza il contributo di Peter Makarov, il suo detective migliore, sospeso per un errore del passato. In poco tempo prende vita una trama oscura in cui finanza, politica e servizi segreti sono impegnati in una guerra spietata per il controllo di una nuova risorsa che rivoluzionerà il futuro dell’economia. Ben presto, Elisabeth si rende conto di essere finita in una trappola in cui un’élite senza volto manovra il destino del mondo fin dagli albori della civiltà attraverso la conoscenza. Dalle indagini emergono altre inquietanti verità: sua madre Caterina, una spia data per morta da anni, è viva e sembra avere a che fare con gli eventi che stanno minacciando la sua incolumità…Codice Scriba è un viaggio nelle profondità del potere occulto, dove i confini tra criminalità ed economia si fanno più labili e il bene e il male sono ugualmente pericolosi, in un susseguirsi di colpi di scena che terranno il lettore inchiodato dalla prima all’ultima pagina.

Recensione:
Ringrazio Rizzoli, Sergio Fanucci e Fanucci editore per avermi dato la possibilità di proseguire la lettura di questa trilogia.
Nel precedente romanzo, Codice Scorsese,  Elisabeth Scorsese aveva rischiato la vita nel corso dell’indagine.
In questo secondo capitolo, Elisabeth dovrà lottare di nuovo per la sua salvezza. Sarà contattata da Jonathan Brimley,  il quale, le verserà sul conto corrente un milione di dollari, senza però specificare il motivo della sua accusa. L’unica cosa che lascia a Elisabeth è la seguente frase:

«Ci vuole pazienza, mia cara, se si vuole scoprire la verità. Pazienza e determinazione. Sa, il vento è come il potere, la giusta dose rende piacevole la vita, il troppo fa perdere il senso delle cose. Per esempio fa smarrire un uomo in mezzo al mare.»

Brimley è a capo di una consulenza finanziaria e, mentre è in carcere verrà,  misteriosamente, assassinato da una donna bellissima. 

«Il nome è relativo, ne usa diversi: noi abbiamo deciso di chiamarla Ghost, è molto abile e riesce sempre a cavarsela. Le stiamo dando la caccia da anni, è coinvolta in una serie di omicidi, tutti di alto livello e in diversi Stati del mondo.»
«Lavora con qualcuno in particolare?
«No, va con chi paga di più.»

Questa donna metterà a dura prova non solo gli Stai Uniti e i suoi uffici investigativi, ma anche altri paesi. 
Ma non è soltanto lei ad essere il problema. Ci sono intrighi, tradimenti e lotta al potere. In particolare, Russia e Cina si sfidano per ottenere il controllo di un minerale considerato importantissimo per il futuro. A fare da sfondo in tutte queste vicende, ci sono gli scribi, 



una “casta” di letterati che hanno un tesoro enorme che deriva dall’antichità: i libri. 

«Thot era il dio della scrittura, questo lo sai bene, ma era anche considerato uno dei creatori del mondo. Per la mitologia egizia era anche colui che faceva entrare i defunti nel regno dei morti.»
«Ossia?»
«Il dio Anubi gli portava il cuore del defunto e lui lo pesava per valutare le sue azioni in vita, buone o cattive: se il morto veniva definito “giusto”, poteva essere ammesso al regno, al contrario veniva dato in pasto ad Ammit, una creatura mostruosa dalla testa di coccodrillo.»


Elisabeth dovrà anche fare i conti con la rivelazione che sua madre, agente segreto dato per morta, è ancora viva.

La trama è avvincente e tiene il lettore inchiodato alle pagine. All'inizio ho fatto un po' fatica a entrare nella trama, ma proseguendo e conoscendo gli eventi, il puzzle piano piano si assembla. Consiglio questo romanzo assembla tutti gli assembla manti dei thriller.



Giudizio: 4 su 5


Nessun commento:

Posta un commento