Cerca nel blog

domenica 7 maggio 2017

Maddalena Cafaro – La chiave di Midgaard (Recensione)


ROMANZO (204 pagine) - NARRATIVA - Uno urban fantasy che cambierà la percezione di ciò che vi circonda. La magia non è mai stata così vicina...

Sasha ha quasi diciassette anni, un lavoro part-time, una Mini rossa e la vita tranquilla di un'adolescente americana. Tutto questo sta per cambiare. Le storie che le ha raccontato sua madre sono sempre più vere e rischiano di travolgerla, ma i guardiani arrivano in suo soccorso. Così Sasha viene a sapere delle sue radici e del mito attorno al quale il suo mondo sembra ruotare, la sua terra natia: Yggdrasil. Anche se nulla può davvero prepararla alla "rivelazione" verso cui gli eventi la stanno portando... Decisa a ritrovare la sua famiglia e a scoprire cosa le riserva il destino, Sasha accetta il ruolo che le "norne" hanno stabilito per lei, sfidando apertamente i nemici e guardando a fondo nel proprio cuore. 

Maddalena Cafaro è un'aspirante scrittrice che si divide tra il romance e il dark fantasy. Nata e cresciuta a Battipaglia, per amore si è trasferita in Lombardia dove, sposata con due bambini, divide il suo tempo libero tra la famiglia e la scrittura. Collabora attivamente con il blog Babette Brown Legge per Voi scrivendo recensioni e interviste ad autori italiani e stranieri. Ha già pubblicato i romanzi "Sweet Horse" (romance contemporaneo, 2016), "The Master of Shadows" (dark fantasy, 2016), "Baci a labbra salate" (romance contemporaneo, 2016, collana "YouFeel" Rizzoli), "Ombre" (dark fantasy, 2015) e il racconto fantasy "Oro e Argento" (uscito nell'antologia "Scrivendo Racconto Nord", Historica Edizioni).

Recensione


Ringrazio Maddalena per la fiducia che mi concede sempre per recensire i suoi romanzi. Come le altre volte, la trama di questo romanzo mi ha catturato subito. Pensare che la trama non indica l’epicità che si nasconde al suo interno: il mondo di Ygddrasil.
Si tratta di un Urban fantasy, in cui, fin dal prologo, riecheggiano parole che indicano che sarà un romanzo epico. 

Se i miei ricordi fossero scomparsi, cosa ne sarebbe stato della mia vita? Nonostante tutto, non voglio perdermi, non voglio essere diversa da quella che sono, perché tutto il dolore che ho vissuto, mi ha reso forte. Mi ha resa la persona che i rinnegati temono. Io sono Sasha Adams e sono una guardiana.

Soltanto leggendo questa citazione ho capito che questo libro mi sarebbe piaciuto molto, e così è stato. Ma parliamo un po’ della trama ora.
Sasha Adams è una sedicenne che vive la sua vita come quasi tutti gli adolescenti, o quasi. Dico quasi perché il mondo non è come lo conosciamo, in quanto sulla Terra, esistono, maghi, grifoni,  valkirie (e qui ho un po’ gli occhi a cuoricino). Mi piacciono molto le creature mitologiche che emanano forza sotto una scorza di delicatezza. 
Sasha si troverà, presto, coinvolta in qualcosa più grande di lei che la farà vacillare. Ad un tratto,  in seguito del rapimento della madre, del padre e del ragazzo, la ragazza dovrà lottare per non essere rapita senza saperne il motivo. Il male si è risvegliato in cerca di ulteriore potere; un male proveniente da un altro mondo a noi celato: quello di Ygdrassil, delle leggende nordiche.  
Nel romanzo sono presenti creature di cui neanche sapevo l’esistenza,  seppur irreale, ma reale dal punto di vista di lettore. 

Un incrocio tra un ragno e un essere umano fece la sua comparsa nella stanza. La parte superiore apparteneva a una bellissima donna, dai lunghi capelli d’argento, il viso di un angelo, ma gli occhi erano furenti: era chiaro che dentro di lei ci fosse solo odio. La parte inferiore del corpo era un ragno con otto zampe nere, metalliche, e il carapace identico. – Delyiah, benvenuta.

Sasha sarà costretta a dover crescere e iniziare ad allenarsi con i guardiani, persone con poteri. Ogni persona ha poteri diversi appartenenti agli elementi quali acqua, fuoco, terra, vento. Poi ci sono i rinnegati che si oppongono ai guardiani in una lotta senza fine per la conquista delle chiavi (non posso svelare di più).
Fra intrighi,  tradimenti e magia, Sasha troverà anche l’amore che ti spacca il cuore. Quel amore di cui ha soltanto letto nei libri e visto nei film, ma che la sorprenderà con la sua forza. 

Ci sono momenti, nella vita, in cui il cervello di una persona non riesce a capire, ad assimilare quanto viene detto. Si ascoltano parole su parole ma nessuna di esse fa breccia e la mente resta lì ferma, a guardare tutto ciò che la circonda come se vedesse ogni cosa per la prima volta. La mente, traditrice, si fissa su dettagli stupidi, come un’incisione nel legno, oppure i granelli di polvere nascosti sotto il lembo di un foglio. Poi, la bolla che la isolava dal mondo intero scoppia e tutto arriva insieme, prepotente e duro, privandola delle sicurezze che fino a quel momento la sostenevano.

Riuscirà Sasha a non soccombere e rialzarsi dopo il dolore e dopo la scoperta della dura verità?  
Consiglio la lettura di questo romanzo a tutti gli amanti del fantasy.  È un romanzo che si legge tutto d’un fiato, scritto in modo fluido che coinvolge subito il lettore e lo porta a “soffrire”, amare, attraverso i personaggi. La scrittura dell’autrice permette al lettore di immaginare, senza difficoltà,  un mondo che io, personalmente voglio approfondire: quello della mitologia norrena. Chiedo all'autrice soltanto un favore: voglio presto il seguito *_*

Giudizio: 5 su 5

2 commenti: