mercoledì 26 agosto 2015

Mancanza

Seduto davanti alla finestra mentre piove e tuona, osservo le goccioline di pioggia scivolare sulla finestra come lacrime. Se qualcuno mi guardasse da fuori potrebbe pensare che piango perché le scie, nere, si riflettono sulle mie guancie. Cercò una luna invisibile mentre il cielo fa tante foto con il flash. Chissà magari sta fotografando te. Almeno può vederti a differenza di me che sono dietro a un vetro, rinchiuso in una gabbia invisibile. Rinchiuso dentro al mio cuore in cui posso parlare con qualcuno di te. Quel qualcuno sarà sempre il mio cuore dove potrò incontrarti ogni volta che voglio, abbracciarti e poter posare le mie labbra sulle tue. È l'unico posto che mi è rimasto dove raggiungerti. E se questa è una prigione voglio essere rinchiuso a vita pur di guardarti sorridere e fissare i miei occhi nei tuoi. Chissà forse ho scoperto un mondo parallelo dove poterti vivere; dove poterti amare liberamente mentre, fuori, il mondo è sconvolto da scene apocalittiche. Ma io sarò l'unico sopravvissuto, l'ultimo in grado di amare. Maledetto fino alla fine. E manterrò la promessa fatta al mio cuore: amarti fino alla fine dei mie giorni.
Admin Aleks

Nessun commento:

Posta un commento