Cerca nel blog

venerdì 20 maggio 2016

Alessia Coppola - Alice from Wonderland. Blue Dream (spin-off)

Alessia Coppola - Alice from Wonderland.  Blue Dream (spin-off)



Trama:
E se realtà e immaginazione si fondessero? Cosa accadrebbe se uno dei personaggi di Wonderland arrivasse nel presente? Algar è ancora innamorato di Alice e non riesce a rinunciare a lei. Grazie ai consigli di Nikola Tesla, il Brucaliffo viaggia nel tempo pur di ritrovarla, ma un errore di calcolo lo spedisce nel futuro. Quando tutto sembra perduto, la speranza palpita su ali di farfalla. Una maschera di pizzo, un segreto, un passato da cancellare. La speranza ha un nome, quello della fanciulla dagli occhi di zaffiro. 


DICONO DEL RACCONTO:

“Ritroviamo lo stile curato e inconfondibile della Coppola in una trama molto interessante e originale. Una storia meravigliosa, brillantemente ripresa dal capolavoro di Lewis Carroll. Consigliatissima!” (VOGLIO ESSERE SOMMERSA DAI LIBRI) 

“Una storia in cui non manca nulla, dai segreti alla passione. È labile il filo che unisce il mondo reale a Sottomondo e scoprirlo è solo l'inizio...” (THE ENCHANTED LIBRARY)


Recensione:
Eccomi di nuovo a recensire un libro di Alessia Coppola, precisamente, lo spin-off di Alice from Wonderland,  Blue Dream. Non poteva essere migliore il titolo scelto dall’autrice in quanto il romanzo è incentrato su Algar,  il Brucaliffo. In questa occasione, ci troviamo a scoprire di più su Algar ancora innamorato di Alice. Talmente innamorato da decidere di viaggiare nel tempo per ritrovarla.

«Voi mi aiuterete a viaggiare nel tempo, signore», gli avevo detto, mentre lui inalava l’Oppio Blu e io tenevo fisso il contatto con i suoi occhi, ammesso che stesse fissando proprio me, invece di contemplare l’idea di una nuova possibile invenzione.

Ma si sa nulla va come vorremmo e così succede anche al Brucaliffo che finirà nel futuro. 
Nonostante sia un romanzo corto, Alessia Coppola, riesce a trasmettere le emozioni che la sua scrittura sa dare. Sinceramente ho rivalutato un po’ il personaggio di Algar. Se, all’inizio ero dalla sua parte, per poi schierarmi un po’ contro, ora sono di nuovo indeciso. Tutti i personaggi creati dall’autrice sono completi e faccio fatica a dire di identificarmi in uno soltanto. Per questo posso affermare che anche Algar fa parte di me. Cosa siamo disposti a fare per amore? Dobbiamo porci questa domanda prima di giudicare Algar. Io mi sono risposto con la frase iniziale del libro.

Ho attraversato gli oceani del tempo per trovarti.
Dracula,  Bram Stoker

Rispetto al romanzo precedente, qui, è presente una dose massiccia di amore, di anima e di passione, una cosa che ho davvero apprezzato. Il personaggio di Algar diventa molto più reale, anche se scoprirete che reale non è.  Ma senza l’immaginazione e i sogni saremmo morti e spenti quindi, immaginate e sognate. Mi sembra di iniziare a parlare come Edmund! 
Ho colto un messaggio personale all’interno del libro, ossia, le coincidenze non avvengono mai per caso. L’incontro che farà Algar ne è la testimonianza. E qui mi conviene fermarmi lasciandovi soltanto al blu degli occhi di Algar. 

Giudizio: 5 su 5

2 commenti: